Skip links

Film sull’Employer Branding: attrarre candidati migliori

Film sull’Employer Branding: attrarre candidati migliori

In un mercato del lavoro in rapida evoluzione, i filmati di employer branding sono il modo migliore per far sì che la vostra azienda si distingua dalla massa e attiri nel vostro team i talenti giusti di cui avete bisogno per far funzionare la vostra azienda con successo.

Non solo intervistare molti candidati, ma soprattutto intervistare i candidati giusti, è la priorità assoluta di qualsiasi datore di lavoro che può sopravvivere in un mercato del lavoro competitivo solo con una forza lavoro altamente specializzata e motivata.

La credibilità è il criterio più importante per attrarre nella vostra azienda una nuova generazione di dipendenti fiduciosi. E i contenuti forti e moderni attraggono personalità forti e innovative.

Avete problemi ad attirare i talenti giusti?

In una società sempre più visiva, i video di reclutamento sono lo strumento più efficace per qualificare il vostro marchio e la vostra cultura aziendale all’esterno. Uno studio di HubSpot ha dimostrato che i tassi di conversione aumentano dell’80% con un filmato di marketing. La percentuale di utenti che non si limitano a sfogliare e guardare, ma si impegnano, interagiscono o acquistano, quasi raddoppia.

Un altro studio condotto da CareerBuilder ha inoltre dimostrato che gli annunci di lavoro con un video vengono visualizzati il 12% in più di volte e comportano in media un tasso di candidatura del 34% superiore.

Mentre sia il filmato di reclutamento che il video di employer branding hanno l’obiettivo di attrarre nuovi dipendenti, il filmato di reclutamento è specificamente rivolto a una particolare posizione pubblicizzata. Il video di employer branding, invece, presenta l’azienda in generale come un datore di lavoro attraente.

Con un filmato di employer branding o di recruitment, attirate l’attenzione proprio del gruppo target che vi aiuterà ad avere successo a lungo termine. E soma è felice di concepire e produrre il film giusto per questo. Ecco alcuni consigli utili dei professionisti su cosa cercare esattamente in un filmato di reclutamento.

Video di reclutamento: Quali sono gli obiettivi?

La regola più importante quando si produce un video di reclutamento: Siate chiari su ciò che state facendo . I video di recruiting supportano principalmente l’employer branding e devono convincere i potenziali candidati a scegliere la vostra azienda come futuro datore di lavoro . Spesso vengono chiamati video-testimonial, esemplificano la vita lavorativa quotidiana della vostra azienda. Tuttavia, molte aziende vedono ancora i video di reclutamento di come filmati pubblicitari o d’immagine e si tagliano così la gola da sole . Perché oggi non si va molto lontano con queste cose.

Tre caratteristiche di un buon video di reclutamento

Produrre un buon video non è affatto una stregoneria, purché si osservino le seguenti regole di base:

  • I fattori giusti per un'applicazione sono elencati
  • Autenticità
  • Aspetto e tariffe professionali

Quali fattori sono importanti?

I cosiddetti fattori soft sono particolarmente importanti per i candidati. Nei colloqui di lavoro si parla volentieri di “soft skills”, ovvero di abilità e talenti che non possono essere espressi in numeri: E.G. Creatività, impegno, motivazione o diligenza. Anche le aziende dispongono di tali soft skills, che sono particolarmente importanti per i candidati quando si tratta di decidere un futuro lavoro.

Buona atmosfera di lavoro
Compatibilità tra famiglia e carriera / equilibrio tra lavoro e vita privata
Divertimento in squadra
Gerarchie piatte
Promozione e opportunità di carriera
Orario di lavoro flessibile / orario flessibile
Design flessibile della postazione di lavoro / disposizione dell’ufficio a casa
ecc.

Il vostro video di reclutamento è l’ambiente perfetto per fornire queste importanti ragioni per candidarsi. I fatti concreti e i freddi rapporti commerciali non trovano posto qui. Per dirla senza mezzi termini: quanto fatturato avete realizzato l’anno scorso, quante sedi avete, che siete leader di mercato in Europa, ecc. non interessa a nessuno! Il fatto che nella vostra sala riunioni ci sia un biliardino è molto più interessante.

Suggerimento: chiedete ai vostri dipendenti come convincerebbero i loro amici della vostra azienda o perché loro stessi hanno scelto l’azienda in quel momento. Le ragioni addotte saranno le stesse per le quali i futuri richiedenti prenderanno questa decisione.

Autenticità

Soprattutto, un video di recruiting deve essere autentico, altrimenti sembrerà inaffidabile. Questo distingue il video di reclutamento dal film d’immagine. Quest’ultima di solito riflette un’immagine abbellita e in molti casi altamente distorta della realtà. È una pubblicità. E i candidati – va sottolineato ancora una volta – non vogliono vedere pubblicità! È molto più bello quando sono i dipendenti stessi a dire la loro durante l’intervista e non si limitano a leggere testi d’immagine.

Suggerimento: evitate il più possibile i copioni e i dialoghi scritti in precedenza. Lasciate che il vostro team parli “a braccio”. Sembra un po’ meno pulito, ma il video non deve essere perfetto, deve essere credibile. Se il vostro pubblico ha la sensazione di avere di fronte a sé persone reali con cui identificarsi, avete vinto.

Trafag AG HR Film

Aspetto professionale

Un video di reclutamento “classico” si presenta così: L’elemento principale è un “protagonista”, cioè un dipendente che parla dell’azienda. Perché le piace lavorare per l’azienda, le ragioni personali per cui ha scelto l’azienda all’epoca e quali sono i suoi progetti futuri. Agisce come ambasciatore del marchio della vostra azienda e quindi sostiene attivamente il vostro employer branding. Mentre racconta la storia, si possono mostrare altre immagini del luogo di lavoro o dei colleghi. Idealmente, ciò che viene mostrato corrisponde a ciò che viene detto. Quindi, se il protagonista attuale parla di quanto ci si diverte nel team e di quanto sia rilassata l’atmosfera, non mostratelo alla fotocopiatrice, ma al calcio balilla con i colleghi.

Chi produce il vostro video di reclutamento?

In teoria, potreste anche iniziare a produrlo da soli. Cosa vi serve per questo: Una telecamera, un microfono abbastanza buono e qualcuno che conosca un po’ il montaggio video. Tuttavia, di solito è meglio consultare un professionista. In questo modo potete essere certi che non solo la qualità è giusta alla fine. e le emozioni necessarie vengono trasportate. Quasi tutte le società di produzione video hanno anche video di reclutamento nel loro portfolio.

Suggerimento: i video di recruiting durano solitamente da 1 a 3 minuti e non si concentrano su troppi protagonisti allo stesso tempo. Sono sufficienti due o tre collaboratori durante il colloquio.

Semplicità

L’ultimo consiglio, forse il più importante: un video di recruiting non deve essere eccessivamente originale. Cosa rende un video di recruiting: uno sguardo alla vita lavorativa quotidiana, storie e interviste con i colleghi e immagini del futuro posto di lavoro. L’originalità richiede il lavoro di professionisti. Altrimenti si rischia di dare un’impressione sbagliata.

Conclusione

I video sono una risorsa incredibile per il vostro processo di reclutamento. Condivisi in un annuncio di lavoro accattivante su Facebook o Twitter o posizionati in evidenza sulla vostra pagina di carriera, otterrete una buona portata. I video, inoltre, parlano ai candidati in modo molto più diretto ed emotivo. È importante che il video rimanga autentico e non degeneri in un film d’immagine senz’anima. Mettetevi nei panni del vostro gruppo target e cercate di trasmettere le informazioni più importanti: in questo modo otterrete l’effetto desiderato e attirerete candidati idonei e qualificati.

Suggerimento: evitate il più possibile i copioni e i dialoghi scritti in precedenza. Lasciate che il vostro team parli “a braccio”. Sembra un po’ meno pulito, ma il video non deve essere perfetto, deve essere credibile. Se il vostro pubblico ha la sensazione di avere di fronte a sé persone reali con cui identificarsi, avete vinto.

Leave a comment